SEO per E-commerce: 6 Segreti SEO che Devi Applicare Subito!

Inviato da:

Hai un E-commerce o stai pensando di aprirne uno?

Avere un negozio online e vendere i propri prodotti in tutto il mondo è il sogno di molti, ma, proprio per questo motivo, non è così facile da realizzare.

Chiariamo subito una cosa: il problema non è aprire un negozio online, ma renderlo visibile e quindi, in ultima analisi, vendere.

Nelle righe successive, affronteremo proprio quello che è per tutti i proprietari di un E-commerce IL PROBLEMA e vi suggeriremo 6 Segreti SEO per fare la differenza con il vostro negozio online.

Ma andiamo per gradi: come molti di voi già sapranno, internet è una piazza che da molte possibilità e creare un proprio spazio dove poter promuovere e vendere i propri prodotti è il sogno di molti.

Spesso però quando si ha a che fare con le vendite online si deve prima di tutto fare i conti con il proprio prodotto. Certo perchè alcuni settori, come ad  esempio quello dell’abbigliamento, vedono la concorrenza di giganti delle vendite online, come Amazon e molti altri, in grado di spendere molto denaro in campagne pubblicitarie Adwords ( e non solo ) e contro i quali è davvero difficile competere.

Il prodotto è sicuramente il primo elemento da valutare, in questo senso riuscire a trovarne uno che sia vincente e un mercato di nicchia pronto ad acquistarlo, facilita molto le cose.

Tuttavia, indipendentemente dal prodotto che si è intenzionati a vendere in rete, esistono 6 metodi lato SEO collaudati per far emergere un sito E-commerce e abbattere la concorrenza, andiamoli a vedere!

  1. Trovare un Titolo vincente                 e-commerce title

Il titolo è qualcosa di fondamentale per iniziare la descrizione del prodotto, e proprio per questo deve essere creativo, unico, ma che rispecchi allo stesso tempo il prodotto stesso.

E’ quindi necessario mettersi nell’ottica dell’utente che cerca il prodotto, utilizzando quelle parole chiave che lo risaltano e che soddisfano allo stesso tempo i criteri di ricerca degli utenti.

Selezionando le parole chiave più performanti ( quelle più cercate dagli utenti e allo stesso tempo in linea con l’argomento trattato ) è possibile costruire un titolo che sia appetibile ai motori di ricerca ( Google in primis ) e allo stesso tempo rispecchi in toto i contenuti del testo e la descrizione del prodotto.

Precisiamo: fin qui ho parlato di titolo riferendomi al TAG TITLE ossia il TAG HTML che ha più valore in termini SEO e che non necessariamente deve coincidere con l’H1 del testo ( anche se è consigliato )

Come molti di voi certamente già sapranno, il Tag Title e il Tag Meta Description sono i due tag più importanti non solo in ottica Seo, ma anche, soprattutto in questo caso la Description, come Claim per attrarre l’utente e trasformarlo in un potenziale compratore, ( per un E-commerce ) o per qualsiasi altro fine di conversione.

TAG TITLE E DESCRIPTION

Solitamente se una description è buona oppure no, ce lo indica il CTR ( click through rate ) che, in buona sostanza è il rapporto tra le Impressions ( il numero di volte che il mio sito compare nella SERP per una data parola chiave ) e i Click effettivi.

Analizzando il CTR rilevabile da strumenti come Analytics e Webmaster Tools, potrò considerare se lavorare lato SEO o SEA ( qualora le impressions siano basse, a discapito di un numero di click proporzionalmente buono ) oppure sulla description, cercando di creare un Claim più accattivante, in tutti i casi in cui il numero di Impressions è alto, ( il mio sito compare spesso tra i primi risultati ) ma i click proporzionalmente pochi.

  2.  Utilizzare Immagini Descrittive del Prodotto

Le immagini sono una parte essenziale della promozione del prodotto, e lo devono descrivere in ogni suo minimo particolare.

I contenuti che descrivono un prodotto infatti, per essere apprezzati devono anche essere condivisi e questo vale soprattutto per le immagini che, se particolarmente attraenti, possono venire utilizzate da altri utenti.

Per questo motivo è fondamentale pensare alle immagini come ad un contenuto descrittivo e non fermarsi ad una sola, ma crearne una serie completa ed esaustiva.

Prendiamo ad esempio una scarpa: se le immagini di questo prodotto sono ritratte da ogni angolazione, ne forniscono un’idea a 360° e di conseguenza hanno più possibilità sia di catturare l’attenzione, sia di offrire quella unicità al prodotto necessaria all’utente per prendere la fatidica decisione: acquistare oppure no?

In ottica Seo poi, anche le immagini hanno il loro valore: certo perchè anche loro contribuiscono all’ottimizzazione della pagina.

Avrai sicuramente notato che, attraverso Google Immagini, è possibile trovare proprio una lista di immagini che si riferiscono alla parola chiave utilizzata.

Ecco quindi che è fondamentale descrivere l’immagine che si decide di utilizzare: inserendo la descrizione, parola chiave che identifica l’immagine il TAG “ALT” si farà in modo che quell’immagine compaia nei risultati di ricerca.

alt tag immagine

Come potete notare in questo esempio che riproduce il codice sorgente della prima immagine di questo articolo, il TAG “ALT” da me utilizzato è: e-commerce title.

Digitando e-commerce title in Google e cliccando su Google Immagini, l’immagine da me utilizzata dovrebbe comparire.

          3. Testo e descrizione interessanti

Testo e descrizione del prodotto sono un’altra arma vincente se si sa come usarla. E’ fondamentale saper scrivere contenuti di qualità, unici, che sappiano coinvolgere e perfino divertire!

Certo anche divertire, perchè più il testo e la descrizione di un prodotto sanno coinvolgere, più le possibilità di piacere aumentano, anche nei confronti di utenti non interessati ai prodotti offerti!

Una semplice iscrizione alla Newsletter da parte di un utente non interessato in prima battuta ai nostri prodotti, ma convinto e attratto dalla qualità dei contenuti pubblicati è senza dubbio una gran soddisfazione.

Se si considera poi che i Backlink ( ossia i link da altri siti che rimandano al nostro ) sono una manna dal cielo per l’ottimizzazione, creare testi che invoglino gli utenti a condividere e citare il nostro sito in maniera naturale, proprio per la validità dei nostri contenuti ( testo scritto, immagini, video ) è davvero l’obbiettivo massimo per chi fa SEO.

Siate quindi il più naturale possibile e cercate di coinvolgere!

e-commerce statistiche

         4. Creare degli Indici di Popolarità

Questo è un passaggio fondamentale nell’E-commerce, ampiamente  utilizzato da Amazon: creare per ogni categoria di  prodotto una statistica che ne indichi all’utente la  popolarità, in modo da avere tutte le informazioni  necessarie per l’acquisto.

Nella categoria di riferimento si può quindi capire  quanto un  prodotto sia apprezzato e quindi popolare  tra gli altri utenti  valutando in buona sostanza il  trend delle vendite.

In pratica più un prodotto è venduto in una determinata categoria, più sarà popolare e quindi mostrato e suggerito.

In questo modo i produttori possono farsi un’idea su quanto popolare è il loro prodotto rispetto ad un altro, e dall’altra parte della barricata gli utenti potranno capire come, quanto e quando ( in quale periodo dell’anno ) un determinato prodotto è apprezzato e da chi.

Tutto questo serve a rendere il prodotto interessante, aiutando gli utenti ad ottenere ogni possibile informazione a riguardo, ovviamente nei limiti imposti dalla privacy!

          5. Comparare è il miglior modo per scegliere!

Creare una pagina dedicata alla comparazione dei prodotti, dove poter valutarne le caratteristiche e le differenze. Così facendo una volta presa una decisione riguardo un determinato prodotto, sarà altamente probabile che gli utenti procedano poi all’acquisto proprio sul nostro sito.

          6. La parola d’ordine è interagire!           like prodotto

Dare agli utenti la possibilità di esprimersi sul prodotto, lasciando il loro indice di gradimento attraverso un ‘ like ‘ o un ‘ don’t like ‘  una votazione, piuttosto che un questionario con delle domande precise sul prodotto e quanto il cliente si possa ritenere soddisfatto.

In questi casi si può e si deve lasciare spazio alla fantasia e alla creatività, sempre cercando di coinvolgere l’utente, per ottenere un feedback il più possibile mirato e sincero!

L’interazione con gli utenti è davvero preziosa perchè se costruttiva, permette di individuare i punti del nostro prodotto su cui lavorare, aumentando sia le possibilità di migliorarlo, sia di coinvolgere l’utente nella fase di sviluppo, favorendone in ultima analisi la fidelizzazione.

Provate questi metodi sul vostro sito E-commerce ed otterrete risultati sicuri e garantiti, per un livello di coinvolgimento senza precedenti che vi porterà sicuramente delle grosse soddisfazioni!

0
  Articoli Correlati
  • No related posts found.

Aggiungi un commento